Modalità:  
giovedì 25 aprile 2024    Registrazione  •  Login
 
   
 
   
   
   
 
 
     
 
   JAZZ BLOG Riduci
parla3s.gif

sono disponibile a ricevere domande o pareri di vario genere, possibilmente sul... jazz.
Per aggiungere un parere fate clic su -Commenti-, scrivete nello spazio e per inviare fate clic su -Aggiungi commento-.
 
 
     
     
 
   Blog_Archivio Riduci
 
Stampa    
     
     
 
   Indice dei Blog Riduci
 
 
     
     
 
   Blog_List Riduci
 
Stampa    
     
     
 
   View_Blog Riduci

Inviato da: 1455845@aruba.it
18/02/2007 15.52

... è il titolo di un blues di bill evans... essendo una musica così dichiaratamente individuale (a parte chi copia miles o coltrane...) è ovvio che ognuno matura una propria idea di jazz... per lo scrivente, il jazz è una musica totalmente improvvisata con un tema base e delle indicazioni che possono essere trasmesse verbalmente... ciò che nel jazz viene chiamato "head arrangement" ed il tutto: "straight jazz"... tutto il resto è, ne sono profondamente convinto, destinato ad invecchiare molto velocemente e tranquillamente dimenticato... pertanto, le big band sono delle big 'boiate' e quando vedo un trombettiere che reincide il suo assolo a frasettine come fanno i cantanti pop in sala d'incisione... il minimo che posso pensare è che tale trombettiere di jazz non sa nulla...

Tags:

5 commenti...

Re: a simple matter of conviction

De Rose, fa' qualche nome ogni tanto

Da Jay MacAllister a   19/02/2007 21.23

Re: a simple matter of conviction

Ho trovato questa citazione che mi sembrava interessante: sara' vera? Bill Evans: "Attualmente non sono molto interessato allo Zen, come filosofia, né al partecipare ad altri movimenti. Non pretendo di capirlo. Lo trovo semplicemente rassicurante. E in maniera simile al jazz. Come il jazz, non lo puoi spiegare a qualcuno senza perderne l'esperienza. Dev'essere vissuto, perché non sente le parole. Le parole sono i fanciulli della ragione, e quindi, non possono spiegarlo. Queste non possono tradurre il feeling perché non ne sono parte. Ecco perché mi secca quando la gente cerca di analizzare il jazz come un teorema intellettuale. Non lo è. È feeling"

Da giuliano a   21/02/2007 14.02

Re: a simple matter of conviction

NON HO MAI SENTITO TANTE BANALITA' INSIEME - MAMMA MIA QUANTA IGNORANZA...SCUSATEMI, MA QUESTI DISCORSI LI FACEVO QUANDO AVEVO 12 ANNI - IL JAZZ E' UNA CULTURA MOLTO VASTA CHE ABBRACCIA ORALITA' E SCRITTURA E TANTE ALTRE COSE.MA CI SONO MOLTI LIBRI BEN FATTI OGGI, SAREBBE IL CASO CHE SE NE LEGGESSE QUALCUNO

Da ROBERTO ACCORSI a   26/02/2007 20.20

Re: a simple matter of conviction

la banalita' e' anche nel dire che ci sono tanti libri che spiegano tutto per filo e per segno: perche' perdere tempo a discutere...

chi sa di non sapere non e' ignorante, la sicumera invece e' un brutto segno, sintomo di ignoranzita' o ignorantezza

Da giuliano a   27/02/2007 14.19

Re: a simple matter of confusion

Big Band Big "boiate"?

Questa perchè la spari lì?
A volte ti scrivi un pò addosso, mi pare.

Da Alino a   01/09/2007 19.59

Nome:
Titolo:
Commento:
Aggiungi Commento    Annulla